La scelta della porta blindata è un passo fondamentale da compiere per mettere in sicurezza la propria casa e soprattutto i propri familiari dall’eventuale rischio di furti o effrazioni. La nostra abitazione, infatti, rappresenta un luogo intimo e privato importantissimo, con oggetti a noi cari dal forte valore affettivo e dove sentirsi al sicuro e al riparo. Per questo motivo, garantirsi un sistema di protezione antieffrazione efficiente per la propria casa rappresenta un ottimo deterrente contro i tentativi di violazione o furto. Le porte blindate sono appositamente progettate e strutturate per offrire un livello di sicurezza elevato contro gli attacchi da parte di ladri o malintenzionati. Disponibili in tantissimi modelli e tipologie, si suddividono in 6 “classi di sicurezza”, stabilite in base al grado di protezione, alle caratteristiche strutturali e ai materiali impiegati. Per scegliere la porta blindata che più si adatta alle proprie esigenze e a quelle della propria abitazione, occorre valutare diversi aspetti, come ad esempio le caratteristiche strutturali e gli optional che è possibile trovare nei vari modelli di porte blindate disponibili in commercio.

Come sono strutturate?

Per poter essere realmente efficaci e garantire un’elevata sicurezza contro i tentativi di effrazione, le porte blindate devono possedere determinate caratteristiche ed elementi specifici. Sono generalmente composte da un controtelaio zincato e da un telaio in acciaio pressopiegato, anch’esso sottoposto a zincatura. Le ante delle porte blindate sono assemblate con lamiere doppie e dalla consistenza elevata. 

Di seguito, l’elenco completo delle componenti essenziali:

  • Controtelaio
  • Telaio
  • Cerniere
  • Lamiere interne ed esterne in acciaio
  • Cilindro di sicurezza
  • Zanche a murare
  • Coibentazione acustica e termica
  • Longarone di rinforzo
  • Serratura di sicurezza
  • Cilindro di sicurezza
  • Defender
  • Doppia guarnizione

Il cilindro di sicurezza, la tipologia di serratura e le lamiere in acciaio, sia interne sia esterne, sono componenti indispensabili per garantire una protezione efficace contro i tentativi di antieffrazione.

Cilindro e defender: quando la serratura fa la differenza

La serratura è un fattore determinante per stabilire il livello di sicurezza di una porta blindata. Unitamente a tutti gli altri elementi di rinforzo specifici, le serrature a cilindro sono in grado di offrire un’ulteriore garanzia di resistenza contro gli attacchi di malintenzionati e scassinatori. Per questo è consigliabile dotarsi di una porta blindata con doppio cilindro rinforzato in acciaio. In tal modo sarà possibile garantirsi un’elevata sicurezza anche contro i tentativi di ladri professionisti e dotati di strumenti particolarmente invasivi, come trapano o piede di porco. Un altro elemento molto importante è il defender, una borchia di acciaio temperato in grado di difendere la toppa del cilindro dalle manomissioni esterne. Per essere efficace, il defender deve essere di forma conica o arrotondata, in modo da risultare difficilmente accessibile alla maggior parte degli attrezzi da scasso.

Classi di sicurezza: quali scegliere?

Le porte blindate sono suddivise in 6 classi di sicurezza, in base al loro grado di resistenza ai tentativi di violazione. La classe 1 è la più bassa, la 6 è quella che offre le più alte prestazioni contro le effrazioni. Per comprendere in linea generica le differenze tra i diversi tipi di porta blindata è necessario conoscere le caratteristiche di ogni classe di sicurezza. 

  • La classe 1, ad esempio, è efficace contro i tentativi di effrazione compiuti con la sola forza fisica. 

  • La classe 2, invece, è in grado di proteggere dagli scassinatori dotati di utensili semplici, come pinze e cacciaviti. 

  • Le porte blindate di classe 3 sono progettate per resistere ai tentativi di scasso compiuti da ladri equipaggiati di strumenti più invasivi, come piede di porco, accette e tenaglie.

  • La classe 4 è in grado di proteggere efficacemente anche dagli attacchi di malintenzionati più esperti, che possono dotarsi di utensili come trapani, seghe e scalpelli. 

  • Le classi 5 e 6, infine, sono testate per resistere anche ai ladri professionisti muniti di attrezzi elettrici più performanti, come ad esempio le seghe a sciabola.

Ma come fare, quindi, a scegliere, tra le tante tipologie disponibili, la porta blindata che più si adatta alle esigenze della propria casa? Solitamente, per le abitazioni in condominio una porta blindata di classe 2 è più che sufficiente per scoraggiare i ladri. Per le case che contengono oggetti e beni preziosi è preferibile una porta di una classe 3, mentre per le villette a schiera e le abitazioni monofamiliari sono consigliate le classi 3 e 4 a protezione medio-alta. Infine, le classi 5 e 6 sono l’ideale per proteggere abitazioni di lusso, banche, gioiellerie e grandi esercizi commerciali.

w

Contattaci subito per trovare la porta blindata più adatta alle tue esigenze!

j

PER INFORMAZIONI

Via Cornigliano, 190/R
16152 Genova (GE)

+39 010 6517999
info@iltuoserramentosrl.it

Lun | Sab 8:00-12:30 / 15:30-19:30
Domenica chiuso