La pandemia di Covid-19 ha avuto ripercussioni evidenti non solo dal punto di vista sanitario ma anche su quello economico. Proprio per questo motivo, il Governo ha ufficializzato il Decreto Rilancio, che include una serie di norme, bonus ed incentivi per aiutare le famiglie in difficoltà. Tra i vari incentivi messi a disposizione, quello che merita particolare attenzione, grazie alle diverse applicabilità, è il Superbonus 110%, il quale consente alle famiglie di ottenere una detrazione delle spese fino appunto al 110% su una serie di lavori da svolgere con scopi specifici.

Cosa prevede il decreto Superbonus 110%?

Come accennato, si tratta di una detrazione del 110% per specifici interventi svolti per la tua abitazione o per il tuo condominio. Il Decreto, infatti, prevede norme specifiche in base al fatto di un lavoro singolo o di più nuclei familiari. La detrazione fiscale comprende i lavori effettuati dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 e sarà suddivisa in 5 rate dal medesimo importo, come evidenziato anche nelle  FAQ diffuse dall’Agenzia delle Entrate.

I lavori che consentiti dal decreto Superbonus 110% sono:

  • Interventi di isolamento termico, per un’incidenza pari almeno al 25% della superficie considerata, con lo scopo di migliorare la temperatura all’interno della propria abitazione, ideale specialmente in inverno, quando le temperature sono molto rigide. Ovviamente, i materiali utilizzati dalla ditta per realizzare l’isolamento termico devono essere idonei alle normative vigenti e quindi non inquinanti per l’ambiente. La detrazione massima per una casa singola è di 50.000 Euro, mentre se vivi in un condominio essa sarà di 40.000 Euro moltiplicato per il numero di unità familiari incluse nell’edificio. L’importo si abbassa a 30.000 Euro se il condominio supera le 8 unità.
  • Interventi condominiali per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti, ideali se vivi in un grande condominio desideri trovare una soluzione per risparmiare sulla bolletta. In questo caso verrà installato un impianto centralizzato, che deve possedere un generatore di calore a condensazione di classe A, generatore di pompa a calore ad alta efficienza, collettori solari o apparecchi ibridi. La detrazione massima per questo intervento equivale a 20.000 Euro per unità familiare del condominio, che si abbassa a 15.000 Euro se si superano le otto unità.
  • Interventi su edifici singoli per la sostituzione di impianti di climatizzazione, per chi possiede una casa singola, comprensiva anche dell’installazione di caldaie a biomassa con prestazioni emissive almeno pari alla classe di qualità 5 stelle. La detrazione massima che puoi ottenere è di 30.000 Euro. 

Questi sono i principali interventi che rientrano nel Superbonus 110% per la tua abitazione, anche se sono inclusi anche lavori minori e diversi, specifici per la riqualificazione energetica, installazione di colonnine di ricarica elettrica ed installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti. Riguardo a quest’ultimo aspetto, la spesa massima detraibile è di 48.000 Euro e di 2400 Euro per ogni kWp.

Superbonus 110% per infissi

Vuoi cambiare gli infissi della tua abitazione ma non vuoi spendere troppo? Non ti preoccupare, questo intervento rientra tra quelli del Superbonus al 110%. Bisogna però fare una precisazione. La sostituzione degli infissi non viene considerato un lavoro primario, pertanto per farlo rientrare nel Superbonus 110% deve essere trainato da un intervento principale tra quelli descritti in precedenza. Soltanto in questo modo sarà possibile ottenere la detrazione fiscale del 110%. Nello specifico, puoi cambiare le finestre insieme agli infissi, sostituire le tende da sole e le persiane, così come la porta d’ingresso ed eventuali componenti vetrate.

Per quanto riguarda i requisiti, nuovi infissi devono garantire un’ottimale valore di trasmittenza termica, l’intervento deve delimitare un volume riscaldato verso l’esterno o verso vani non riscaldati e nel concreto deve comportare la sostituzione completa o la modifica di infissi già montati.

Non mancano le numerose pratiche burocratiche da svolgere: il contribuente, infatti, dovrà inviare tutta la documentazione all’Enea, con la scadenza è fissata a 90 giorni da fine lavori.

A chi spetta il Superbonus 110%?

Non tutti ovviamente possono beneficiare del Superbonus 110% incluso nel Decreto Rilancio emanato dal Governo. Ci sono infatti specifici parametri da rispettare, così come condizioni sociali.
Come riportato dall’Agenzia delle Entrate, i destinatari sono:

  • condomini, di qualsiasi grandezza dal punto di vista delle unità familiari
  • persone fisiche proprietari di un’abitazione o familiari conviventi del proprietario
  • Istituti autonomi case popolari (IACP), nello specifico per interventi su immobili adibiti ad edilizia residenziale pubblica
  • cooperative di abitazione pubbliche
  • Onlus, organizzazioni di volontariato varie e centri di associazioni sportive dilettantistiche, come le palestre, ma soltanto per interventi riguardanti esclusivamente il locale dello spogliatoio.
w

Per ulteriori informazioni sul Superbonus 110% contattaci!

j

PER INFORMAZIONI

Via Cornigliano, 190/R
16152 Genova (GE)

+39 010 6517999
info@iltuoserramentosrl.it

Lun | Sab 8:00-12:30 / 15:30-19:30
Domenica chiuso